primi piatti

Passatelli al tartufo su crema di zucca con scaglie di Parmigiano Reggiano

Anche quest anno ho voluto partecipare alla Parmigiano Reggiano Night, la prima cena 2.0 che riunisce tutti gli amanti del Parmigiano Reggiano invitandoli a realizzare ricette a base di Parmigiano Reggiano da condividere insieme agli amici. Il tutto, in un’unica serata che quest’anno è giunta alla sua seconda edizione, dopo il successone dell’anno scorso (qui trovate la mia ricetta), e si è svolta sabato, 30 novembre.
Il tema di quest anno è stato lo smart cooking, una nuova tendenza culinaria che mira a portare il buon senso in cucina: niente sprechi, cucina con gli avanzi, ingredienti semplici, conservazione corretta dei cibi. Una filosofia in cui mi ritrovo molto perché rispecchia esattamente quello che giorno dopo giorno cerco di fare nella mia cucina. E allora, quale migliore occasione per reinterpretare un classico della cucina semplice e tradizionale, come i passatelli? Un piatto povero, fatto di pochi ingredienti (pangrattato, Parmigiano Reggiano e uova) e di semplice realizzazione. Unica condizione: ci vuole un attrezzo apposito che però spesso si trova ormai come accessorio del classico schiacciapatate.

Passatelli al tartufo su crema di zucca con scaglie di Parmigiano Reggiano
Autore: 
Portata: primi piatti
Porzioni: 2
 
Ingredienti
  • **per i passatelli:
  • 100g di pangrattato
  • 100g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di farina
  • sale
  • **per il condimento:
  • 300g di zucca pulita
  • 1 patata piccola
  • brodo vegetale
  • Parmigiano Reggiano
  • olio tartufato
  • olio evo
  • sale e pepe
Procedimento
  1. Amalgamare tutti gli ingredienti per i passatelli. Avvolgere l'impasto, che dovrà essere bello compatto senza essere né troppo duro né troppo morbido, nella pellicola e lasciarlo riposare in frigorifero per almeno 2 ore.
  2. Nel frattempo, tagliare la zucca e la patata a tocchetti, farli tostare in una casseruola con un filo d'olio extravergine d'oliva e ricoprire con brodo vegetale fino ad arrivare a filo alla verdura. Coprire e lasciare sobbollire per 20 minuti. Frullare con un mixer a immersione, aggiustare di sale e di pepe e tenere in caldo.
  3. Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, portare a ebollizione e, utilizzando l'attrezzo apposito, lasciare cadere nell'acqua bollente i passatelli. Appena vengono a galla, scolarli con una schiumarola e trasferirli in una padella con un filo d'olio tartufato. Spadellare per pochi secondi.
  4. Impiattare, creando una base di crema di zucca sulla quale adagiare i passatelli aromatizzati al tartufo. Completare con una macinata di pepe nero e le scaglie di Parmigiano Reggiano.

Con questa ricetta partecipo al giveaway di Jessica del blog In mou veritas 

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply
    Miss Mou
    2 Dicembre 2013 at 13:05

    Ciao Danja, dovresti clikkare su Mi piace a Italia Tartufi e mettere anche li la tua ricetta per partecipare ;)

  • Reply
    edvige
    2 Dicembre 2013 at 13:52

    Ora cìè quello della Tescoma ma anni fa ho trovato lo schiacciapatate con l'apposito in Austria a parte che ho anche l'attrezzo per gli spaetzle. Buoniiiii non mi ricordavo più la loro esistenza alle volte le piccole cos si scordano. Buona settimana.

    • Reply
      unpinguinoincucina
      3 Dicembre 2013 at 8:07

      Infatti, Edvige, lo spunto della ricetta Smart Cooking è stato anche per me un ottimo spunto per rispolverare un classico della cucina italiana tradizionale ;)

  • Reply
    Viviana
    2 Dicembre 2013 at 14:09

    Bravissima!un goloso accostamenti:io adoro sia passatelli che tartufo….
    Ti seguo un po' in silenzio perché ho poco tempo ,ma le tue ricette mi piacciono sempre.
    Ciao
    Vivi

  • Reply
    Memole
    2 Dicembre 2013 at 16:27

    Squisiti!!!

  • Reply
    i dolci di laura
    2 Dicembre 2013 at 21:54

    perfetto e gustoso!

  • Reply
    LisaG
    22 Dicembre 2013 at 16:12

    Questa ricetta è davvero deliziosa, complimenti . Arrivo dal blog di Jessica e sono molto contenta di averti scoperta.
    A presto e auguri

  • Leave a Reply

    Ti piace questa ricetta?:  

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Send this to a friend