biscotti e piccola pasticceria/ colazione e brunch/ dolci

Dolcetti di Ognissanti

pabassinas

Quello di oggi sarà il primo di una serie di post all’insegna di un’iniziativa molto simpatica nata in seno alle Bloggalline, la rete di oltre 400 foodblogger (ci sono anche bloggalletti!!) uniti nel nome dell’Etica, del Buon Cibo e dell’Amicizia, di cui faccio orgogliosamente parte sin dalle prime battute. In cosa consiste lo #scambioricette? In pratica, ogni mese, ad ognuno di noi che abbiamo aderito viene assegnato un blog “amico” (rigorosamente bloggallinesco) da conoscere meglio e da cui scegliere una ricetta che andremo poi a rifare e a pubblicare sul nostro blog. A me l’idea è piaciuta da subito innanzitutto perché mi permette di conoscere meglio le mie compagne e i miei compagni (400 sono davvero tanti e qualcuno sfugge sempre!) e poi perché visto che alla fine il lavoro creativo di tutti noi foodblogger nasce spesso da spunti presi da altri, è anche utile ricordarci che quando si prende in prestito una ricetta o un’idea è sempre buona cosa rendere omaggio a chi ci ha ispirati o ci ha fatto conoscere una ricetta nuova. ;)

12112108_10156121532825072_7609625247454891021_n

Questo mese ho quindi avuto il piacere di conoscere meglio Francesca e il suo blog Maccaroni Reflex. Ironia della sorte, ero da poco diventata fan della sua pagina Facebook  perché avevo notato una certa sintonia di gusti. Beh, vi invito assolutamente ad andare a fare un giro sul suo bellissimo blog! Io, visto che ci stiamo avvicinando non soltanto ad Halloween e alle sue ricette spooky (vedi le mie fragole e i miei scheletri) ho voluto, invece, rendere omaggio alla festività di Ognissanti con un dolce della tradizione, quella sarda in particolare, ovvero le pabassinas.

pabassinas

Qui trovate la ricetta originale di Francesca.

Dolcetti di Ognissanti
Ingredienti per ca. 40 biscotti:

250g di farina (per me Petra 5)
2 uova intere + 1 tuorlo
150g di zucchero
150g di burro
150g di noci tritate grossolanamente
100g di mandorle tostate tritate grossolanamente
125g di uva passa
1 bustina di levito per dolci
1 fialetta di aroma ai fiori d’arancio
la scorza grattugiata di un’arancia
un pizzico di sale

inoltre:
1 uovo per spennellare

Impastare la farina con le uova, il tuorlo, il burro ammorbidito, lo zucchero, l’aroma e la scorza di arancia (io ho usato la planetaria con gancio a foglia).
Aggiungere all’impasto la frutta secca e amalgamare bene fino a ottenere un impasto morbido (le mie uova erano grandi, quindi ho dovuto aggiungere altra farina perché l’impasto era troppo appiccicoso).
Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigorifero per almeno un’ora.
Trascorso il tempo di riposo, preriscaldare il forno a 180°, funzione ventilato.
Stendere l’impasto con il mattarello su un piano di lavoro infarinato ad uno spessore non troppo sottile (ca. 5mm) e ritagliare delle forme romboidali di 3-4cm (qui vi sfido, io ci ho messo un casino a capire come ritagliare dei rombi e comunque non sono molto soddisfatta del risultato! hehe).
Posizionare i biscotti sulle teglie (a me ne sono servite 3) foderate di carta forno, spennellarli con l’uovo sbattuto se cuocerli nel forno caldo fino a quando diventeranno color nocciola (ca. 12-15 minuti).
Lasciarli raffreddare sulla teglia e conservarli in una scatola di latta o un barattolo a chiusura ermetica.

PS: Secondo la tradizione, i papassinos, una volta raffreddati, vengono ricoperti con una glassa di zucchero a velo e albume montato e poi decorati con zuccherini colorati. Io ho preferito lasciarli al naturale, come nella ricetta di Francesca.

pabassinas

pabassinas

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend