primi piatti

Vellutata di carote e zenzero con crostini allo Sbrinz in versione “da passeggio”

Complimenti a tutti i partecipanti alla Swiss Cheese Parade! A vedere le vostre ricette (e sono sicura che ne conosco solo una minima parte pur seguendo assiduamente Teresa anche su Pinterest!) direi che veramente non c’è limite alla fantasia e alla creatività! Coni con ogni bendidio, cartocci fantasiosi che nascondono esplosioni di gusto! Come previsto, Sbrinz e Groviera, questi due gioielli di Formaggi Svizzeri hanno saputo tirare fuori il meglio che c’è in noi! ;)
E allora, visto che non c’è limite alla fantasia, quello che vi propongo io oggi, come mia terza ricetta, è di portarci a spasso una calda e coccolosa vellutata. Le ho scoperte da poco (da sempre convinta che avessero il potere saziante di un ghiacciolo) e mi ci sono appassionata perché oltre a scaldarmi pancia e cuore (saziandomi per bene!) sono anche pratiche da portare in ufficio come “schiscetta” (soprattutto se si ha la fortuna di avere un microonde a disposizione). E allora perché non reinventarla in chiave streetfood servendola in una pratica styrofoam cup che mantiene caldo il contenuto senza scottarci le mani?
La mia versione per la Swiss Cheese Parade prevede una vellutata di carote e zenzero arricchita di deliziosi crostini allo Sbrinz. Che ne dite? Ve ne posso offrire una per pranzo?

Vellutata di carote e zenzero con crostini allo Sbrinz in versione "da passeggio"
Autore: 
Portata: primi piatti
Porzioni: 1
 
Ingredienti
  • PER LA VELLUTATA:
  • 3 carote
  • 1 patata
  • 2 cm di zenzero fresco (radice sottile)
  • ½ scalogno
  • poco latte
  • brodo vegetale
  • olio evo
  • sale e pepe
  • PER I CROSTINI:
  • 1 fetta in pane ai cereali
  • Sbrinz
  • burro
Procedimento
  1. In una casseruola, fare appassire lo scalogno tritato finemente con un cucchiaio di olio extravergine d'oliva. Unire le verdure sbucciate e tagliate a tocchetti, lasciare insaporire un minuto e ricoprire con brodo vegetale fino ad arrivare al filo. Coprire e cuocere a fiamma bassa per 20 minuti.
  2. Frullare con il mixer a immersione, con un goccio di latte, e aggiustare di sale e di pepe.
  3. Tagliare la fetta di pane a metà e farcire il toast con fettine sottili di Sbrinz. Velare i due lati esterni del toast con poco burro e ripassarlo in una padella antiaderente su entrambi i lati fino a che non saranno dorati e il formaggio all'interno non si sarà sciolto. Togliere dalla padella e tagliare subito a dadini.
  4. Servire la vellutata calda insieme ai crostini allo Sbrinz (aggiunti all'ultimo).

You Might Also Like

14 Comments

  • Reply
    Monica Chiocca
    5 Novembre 2013 at 8:48

    Ma è bellissima l'idea della vaschetta da portare via! Bella bella!!

  • Reply
    Luca Monica
    5 Novembre 2013 at 9:13

    Geniale…e buonissima!!!

    Un abbraccio
    monica

  • Reply
    Miss Mou
    5 Novembre 2013 at 12:54

    Davvero bravissima! Mi dispiace essermi persa questo concorso uffi!

    • Reply
      unpinguinoincucina
      5 Novembre 2013 at 12:56

      Grazie, Jessica! Io me l'ero persa l'anno scorso e quest anno sono stata stra felice di partecipare anche perché mi ha permesso di conoscere e degustare meglio due formaggi straordinari che conoscevo poco.

  • Reply
    F.
    5 Novembre 2013 at 13:26

    Direi che la mangerei proprio volentieri! Bravissima! Un bacio

  • Reply
    Miss Becky
    5 Novembre 2013 at 13:42

    Tu sei un genio donna!!! :D Ti adoro…e la vellutata, che lo dico a fare…mi manda in orbita ;)

    • Reply
      unpinguinoincucina
      5 Novembre 2013 at 19:55

      Mi fai arrossireeeee :) Mi fa molto piacere che la mia ricetta abbia colpito nel segno! ;)

  • Reply
    edvige
    5 Novembre 2013 at 17:43

    Se una fonte inesauribile di ideee buona questa brava e buona serata.

  • Reply
    Lalla - Semplicemente Cucinando
    9 Novembre 2013 at 16:59

    Mi piace un sacco la tua proposta ;-); idea geniale !!

  • Leave a Reply

    Ti piace questa ricetta?:  

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Send this to a friend