primi piatti

Spätzle alla farina di castagne con taleggio e pere

Un weekend all’insegna della farina di castagne. Ieri le frittelline a colazione, la sera prima questi spettacolari spätzle. Una ricetta facile con cui fare un gran figurone. Certo, l’attrezzo apposito per fare gli spätzle è indispensabile, ma ho visto che ormai lo si trova in tutti i casalinghi e anche nei supermercati più forniti. Costa poco e una volta acquistato potete veramente sbizzarrirvi (qui trovate la mia ricetta di quelli di spinaci).
Ma torniamo ai miei spätzle che ho voluto condire con un abbinamento stragoloso – formaggio e pere – che ben si sposa con la dolcezza della farina di castagne.

Spätzle alla farina di castagne con taleggio e pere
Autore: 
Portata: primi piatti
Porzioni: 2
 
Ingredienti
  • PER GLI SPATZLE:
  • 100g di farina di castagne
  • 80g di farina 00
  • 1 uovo
  • 120ml di acqua circa
  • sale
  • PER IL CONDIMENTO:
  • 2 pere coscia
  • 100g di taleggio
  • 1 piccola noce di burro
  • pepe
Procedimento
  1. In una ciotola, sbattere l'uovo con una presa di sale e unire le due farine setacciate, poco per volta, alternandole con l'acqua e mescolando bene per evitare che si formino dei grumi. L'impasto dovrà staccarsi pesantemente da un cucchiaio di legno.
  2. Coprire con pellicola e lasciare riposare in frigorifero per una mezz'oretta.
  3. Nel frattempo, far sciogliere il burro in una padella antiaderente e aggiungere le pere sbucciate e tagliate a cubetti. Quando saranno belle morbide, unire il taleggio a dadini e farlo fondere mescolando in continuazione.
  4. Portare a ebollizione una pentola bella larga piena d'acqua, salare, appoggiarvi sopra la grattugia per spätzle e versare l'impasto nella vaschetta. Formare gli spätzle facendo scorrere la vaschetta avanti e indietro. Al termine di questa operazione, mescolare delicatamente.
  5. Non appena gli spätzle vengono a galla, scolarli con la schiumarola e trasferirli nella padella con la crema di formaggio e le pere.
  6. Una o due spadellate, una macinata di pepe ed è pronto.

Con questa ricetta partecipo al contest Profumi e Sapori d’Autunno di Morena del blog Menta e Cioccolato

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    Luisa Piva
    4 Novembre 2013 at 7:14

    interessantissima la ricetta degli spatzle e credo che il condimento sia geniale!
    buonissimo primo piatto! brava

  • Reply
    Una cucina per Chiama
    4 Novembre 2013 at 11:52

    Il mio soggiorno in Germania mi ha fatto amare tantissimo gli spaetzle, soprattutto con tanto formaggio e venivano super cremosi.
    Anche la tua ricetta mi piace tantissimo, bell'abbinamento! :)

    Marco di Una cucina per Chiama

    • Reply
      unpinguinoincucina
      4 Novembre 2013 at 14:31

      In questi piatti infatti è la mia metà "crucca" che viene fuori ;)
      Grazie, Marco, a presto!

  • Reply
    Letizia Cicalese
    4 Novembre 2013 at 13:02

    buonissimi!! taleggio e pere poi va bè… si commenta da solo. il pediatra mi ha messo a dieta di latticini per via dell'allattamento, mi sento persa più che senza il prosciutto quando ero incinta.. ma appena l'allarme rientra provo a farli!

    • Reply
      unpinguinoincucina
      4 Novembre 2013 at 14:32

      Uh, brutta roba la dieta di latticini! Te lo dice una che ha da poco scoperto di essere molto intollerante…ma ogni tanto uno strappo, di quelli buoni, ci vuole ;)

  • Reply
    edvige
    5 Novembre 2013 at 17:43

    Gli spaetzle (la diaeresi si può sostituire cosi visto che non trovo i caratteri), mi piacciono tanto ho la macchinetta anzi più di una acquistate in Austria. Mangiamo spesso ai spinaci, al pomodoro io li adoro classici. E' un piatto di casa mia. Con le castagne purtroppo no come detto prima Maritozzo le odia. Grazie cara bella ricetta e buona serata.
    PS. In Austria se casomai ci passi hanno una specie di coperchio in plastica con i buchi che metti sulla pentola dove li cuocerai, metti l'impasto e con una spatola la schiacci su e giù. Ciaooo

    • Reply
      unpinguinoincucina
      5 Novembre 2013 at 20:01

      Simpatico anche questo come aggeggio. Io nelle mie terre altoatesine ho sempre visto la grattugia e mi fa piacere vedere come si è diffusa abbastanza anche nel resto d'Italia. Pensa che io solo da poco ho iniziato a prepararmeli, prima li chiedevo sempre a mia mamma ogni volta che tornavo a casa ;)

    Leave a Reply

    Ti piace questa ricetta?:  

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Send this to a friend