primi piatti/ Senza categoria

Spinatspatzln

La volete sapere l’ultima? Se non si fosse capito bene che sono venuta a rifugiarmi dai miei per un po’ di amorevoli cure e coccole, mi è pure venuta una bella tonsillite con febbrone, di quelle che appunto ricordo di avere avuto solo da bambina, e ora sono sotto antibiotico per tutta la settimana e devo pure cercare di non stare troppo vicina ai miei cuccioli.
Così oggi, in vena di un po’ di comfort food, ho coinvolto la mia Mami per preparare insieme gli Spinatspatzln, i famosi gnocchetti di spinaci tipici dell’Alto Adige che piacciono tanto a grandi e piccini, compresa la mia Principessa. Sono quelle cose che hai visto preparare mille volte e che probabilmente, previo ripasso della ricetta, sapresti rifare anche da sola…ma preparati insieme alla Mami è tutta un’altra cosa!


Premetto che è una preparazione un po’ pastrocchiosa e che è consigliabile utilizzare il robot da cucina, oltre, ovviamente, all’immancabile “grattugia per gnocchetti” (se vi interessa, la potete trovare qui).
Ma passiamo alla ricetta che come tutte le ricette della tradizione viene realizzata “a occhio” quindi ho cercato di individuare le dosi il più precise possibile per riportarvele.

Ingredienti per 4 persone:

350g di farina
300ml di latte
3 uova
450g di spinaci surgelati
200g di prosciutto cotto
200ml di panna
burro
parmigiano
sale

Far scongelare gli spinaci a temperatura ambiente.
Mettere la farina nel robot da cucina (quello con la lama, per intenderci) e azionare aggiungendo a filo il latte. Aggiungere gli spinaci, ben strizzati dal loro liquido, salare e azionare il robot fino a che non si sono amalgamati bene nella pastella. Unire le uova, una ad una, e azionare ogni volta il robot per amalgamare bene. A questo punto, potrebbe essere necessario aggiungere un goccio di latte se la pastella dovesse risultare troppo densa (dipende dalla grandezza delle uova) oppure della farina per addensare. Lavorare l’impasto fino a che non si produrranno delle bolle (una consistenza simile a quella della besciamella), fare poi riposare per una mezz’oretta.
Nel frattempo, tritare il prosciutto grossolanamente sovrapponendo le fette e farlo rosolare in un’ampia padella con una noce di burro. Unire la panna, insaporire con una macinata di pepe e fare sobbolire prima di spegnere.
Portare ad ebollizione abbondante acqua salata, posizionare la grattugia per gnocchetti sulla pentola fumante e versare la pastella nella vaschetta facendola scorrere
avanti e indietro: l’impasto cadrà nell’acqua formando gli spatzln. Fare attenzione a mescolarli spesso per evitare che si formino dei grumi e toglierli con una schiumarola non appena vengono a galla.
Versarli nella padella con il prosciutto cotto e amalgamare bene.
Servire con una spolverata di parmigiano reggiano.


You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend