antipasti e finger food

Tartare di salmone con gelatina al bitter Campari

Quando una schermata nera ti rovina la giornata…e quelle successive. PC morto, silente, nessun segnale di vita. Panico! E adesso? La mente entra subito in modalità “gestione risorse”: cosa c’era su quel PC, cosa devo segnalare al tecnico che deve assolutamente salvare? Le foto dei bimbi!!! Anzi no, quelle per fortuna le ho salvate anche su chiavetta. Beh, l’importante è che faccia in fretta!
Queste cose ovviamente accadono sempre di domenica. Quindi le prime 24 ore passano così, senza che tu possa fare nulla per risolvere. Poi trovi un gentile signor tecnico che te lo sistema in 24 ore. E quando finalmente rientri in possesso del mezzo…ti accorgi di avere dimenticato la scheda SD con tutte le foto in ufficio! Argh!!!!
Poi mi sono ricordata che poco prima che il PC mi abbandonasse avevo caricato una sola foto. Un antipasto che avevo preparato la sera prima per sperimentare finalmente l’agar agar che da un po’ giaceva nel mio cassetto delle spezie. Che portento! Mi sa che prossimamente mi divertirò a “solidificare” laqualunque! ;) hehe

Tartare di salmone con gelatina al bitter Campari
Autore: 
Portata: antipasti e finger food
Porzioni: 2
 
Ingredienti
  • 200g di filetto di salmone
  • succo di mezza clementina Mijagawa
  • olio evo
  • sale e pepe
  • PER LA GELATINA DI CAMPARI:
  • 200ml di bitter Campari
  • 1g di agar agar
Procedimento
  1. Qualche ora prima, meglio ancora se il giorno prima, portare a ebollizione metà bitter Campari (una bottiglietta) e sciogliervi l'agar agar. Unire il liquido caldo all'altra metà di bitter, mescolare bene e versare in una teglietta rivestita di pellicola trasparente (per le dimensioni regolatevi in base allo spessore che volete dare alla gelatina: un centimetro per me). Lasciare rassodare in frigorifero per qualche ora. Il potere gelificante dell'agar agar necessita di una prima bollitura per poi entrare in funzione in fase di raffreddamento.
  2. Al momento di servire la tartare, ridurre il filetto di salmone in una dadolata minuscolo e condirlo con una citronette ottenuta facendo emulsionare un cucchiaio di olio extravergine d'oliva, il succo di clementina, sale e pepe.
  3. Togliere la gelatina di bitter Campari dal frigo, tagliarla a dadini e mescolarli delicatamente alla tartare.

 

 

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    la cucina della Pallina
    9 Ottobre 2013 at 6:24

    vedi il bello di avere il marito informatico…non ci sono domeniche:-)
    una curiosità: io uso l'agar agar ma ero convinta di doverlo necessariamente farlo cuocere 3 minuti, tu invece lo hai sciolto e tolto subito dal fuoco?
    e buon mercoledì;-)

    • Reply
      unpinguinoincucina
      9 Ottobre 2013 at 8:37

      Beata te!!! Per l'agar agar ho letto varie versioni, chi dice di farlo bollire almeno un paio di minuti, chi invece che bastano anche 30'. Io l'ho messo, ho mescolato bene, quindi metti che 30-40 secondi l'ho fatto bollire e poi l'ho tolto dal fuoco e ha funzionato perfettamente.
      Buona giornata anche a te, Raffaella! :)

  • Reply
    Sara .M
    9 Ottobre 2013 at 14:57

    Per fortuna che ti era rimasta questa foto allora!!! La tartare ti è venuta benissimo e che idea originale la gelatina!!

    • Reply
      unpinguinoincucina
      10 Ottobre 2013 at 7:45

      Eh già, fortuna che una fotina c'era perché la ricetta merita davvero! ;)

  • Reply
    paneamoreceliachia
    9 Ottobre 2013 at 18:23

    Niente male l'agar Agar e di sicuro di origini più certe rispetto alla colla colla di pesce. Bella ricetta. Buona serata alice

    • Reply
      unpinguinoincucina
      10 Ottobre 2013 at 7:46

      Concordo! E poi non ha nessun retrogusto strano come invece sostengono alcuni.

  • Reply
    Valentina
    9 Ottobre 2013 at 20:09

    Ciao Danja :) Mammamia, io non ho per niente un buon rapporto con la tecnologia… immagino il nervoso!!! Adesso è tutto ok? Non amo le tartare ma questo piatto è geniale, come tutti quelli che crei :) Complimenti e un bacione! :**

    • Reply
      unpinguinoincucina
      10 Ottobre 2013 at 7:46

      Ciao Vale, spero che per un po' la tecnologia e blogger mi assistano che ultimamente me ne stanno succedendo un po' troppe! ;) hehe

    Leave a Reply

    Ti piace questa ricetta?:  

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Send this to a friend