primi piatti

Farrotto fave e carciofi mantecato al caprino

farrotto-carciofi-e-fave-mantecato-al-caprino

Questa primavera si sta burlando di noi! Come tutti gli anni del resto… >.< Un weekend di sole e temperature da primavera ormai inoltrata, la corsa a casa a recuperare le magliette a manica corta (per poi scoprire, immancabilmente, che ormai sono tutte piccole!) e poi di nuovo una settimana di maniche lunghe, scarpe pesanti e ombrelli. Non se ne può più!!!

E io che avevo già fatto scorte per le prime insalate di cereali ricche di verdure di stagione! Pazienza, per il momento ho optato per un farrotto, utilizzando il farro al posto del riso, e le verdure le ho saltate poco poco per tenerle ancora al dente visto che erano freschissime. Il tocco finale? Una cucchiaiata di formaggio caprino cremoso per una mantecatura da leccarsi i baffi! ^.^

farrotto-carciofi-e-fave-mantecato-al-caprino

Farrotto fave e carciofi mantecato al caprino
Ingredienti per 2 persone:

180g di farro perlato
2 carciofi
100g di fave sgusciate
80g di caprino
vino bianco secco
brodo vegetale
aglio macinato
olio evo
sale e pepe

Pulire i carciofi e affettarli sottilmente.
Riscaldare una padella antiaderente con un filo di olio extravergine d’oliva e un pizzico di aglio macinato e farvi rosolare per pochi minuti i carciofi.
In una casseruola riscaldare un filo di olio extravergine e farvi tostare il farro a fiamma vivace. Sfumare con un dito di vino bianco e, una volta evaporato l’alcol, unire poco brodo vegetale caldo per volta fino a cottura del farro (praticamente come con un risotto).
A pochi minuti dal termine di cottura, unire i carciofi e le fave.
Spegnere e mantecare con il caprino, oppure distribuire nei piatti e completare con una quenelle di caprino che poi si scioglierà a contatto con il farro caldo.
Servire subito.

farrotto-carciofi-e-fave-mantecato-al-caprino

farrotto-carciofi-e-fave-mantecato-al-caprino

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend