primi piatti

Vellutata di zucca e patata americana con granella di amaretti

Avete presente quelle ricette che uno prepara con tanto amore pensando di far felici tutti e che poi, invece, rimangono delle grandi incomprese? Questa è una di quelle. Mentre la preparavo avevo quel sorriso ebete stampato in faccia (non ho specchi in cucina ma immagino che vista da fuori fossi così) di chi sta preparando una bella sorpresa. Perché, secondo me, la cosa bella era che la Principessa avrebbe potuto mangiare insieme a noi.
E, invece, nulla di tutto ciò. Niente standing ovation quando ho servito a tavola le ciotole fumanti (ok, il colorino non sarà dei più deliziosi, ma con le zucche mantovane vien così, che ci posso fare!), niente “mmh, che buono, ne voglio ancora!”. La piccola ha assaggiato, poi storto il naso e decretato: “mamma, non piace”. Salvo poi cercare di salvare il salvabile rinforzando la dose di amaretti (perché quelli invece le piacciono), per poi comunque confermare che “non piace” (c’è da dire che un po’ il dubbio m’era venuto che la zucca non le piacesse un granché…ora ne ho avuto la conferma). Il grande (l’uomo di casa) ne ha mangiato una porzioncina (per motivi “fotografici” avevo scelto delle ciotoline) per poi dire “Basta, sono sazio. Sarà, ma queste sbobbe riempiono, sai.”
Ok, va bene, mica mi offendo, ce ne sarà di più per me. .talmente tanto di più, che dopo due belle porzioni ne ho congelato un po’ per una delle mie prossime schiscette (dovrò pure inaugurare il bel microonde che mi aspetta nella nuova sede in cui stiamo per traslocare :o).
Se dopo questi preamboli, la ricetta vi dovesse comunque ispirare (perché vi garantisco che è davvero buona!), io ve la lascio. Sappiatemi dire se la vostra famiglia è stata più gentile della mia! ;)

Vellutata di zucca e patata americana con granella di amaretti
Autore: 
Portata: primi piatti
Porzioni: 3
 
Ingredienti
  • 400g di zucca pulita
  • 400g di patata americana
  • ½ porro
  • rosmarino
  • olio evo
  • pepe rosa dell'Himalaya
Procedimento
  1. Pelare la patata americana e tagliarla a tocchetti insieme alla zucca.
  2. Preparare un soffritto con un filo d'olio extravergine d'oliva, il porro tritato e abbondante rosmarino tritato (o secco). Aggiungere la verdura e ricoprire con acqua a filo. Io l'ho cotta nella pentola a pressione, quindi a questo punto ho chiuso e ho lasciato cuocere per una ventina di minuti dal momento che la valvola è salita al primo anello (o dal sibilo per i modelli più comuni).
  3. Quando è pronta, passare con il frullatore a immersione direttamente nella pentola e insaporire con il sale rosa dell'Himalaya macinato al momento.
  4. Servire caldo con, a piacere, un ultimo filo d'olio extravergine d'oliva.

 

 

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    82nene
    22 Novembre 2012 at 10:44

    A me ispira un sacco invece! Sarà che adoro le "sbobbe" (come le chiama il tuo uomo di casa), ma penso proprio che la proverò! E' anche un modo per mangiare qualcosa di caldo in ufficio (non c'è il microonde, ma se infilo tutto nel thermos arriva calda calda a pranzo…goduriaaa)!

  • Reply
    staffetta in cucina
    22 Novembre 2012 at 11:20

    E' difficile far mangiare le sbobbe ai bimbi di qualunque genere (le sbobbe)… ne so qualcosa.
    A me piacciono questi abbinamenti dolce/salato, li uso spesso, ma non tutti li amano
    Buona giornata
    Tiziana

  • Reply
    Passiflora
    22 Novembre 2012 at 11:31

    molto chic e raffinata e per questo facilmente snobbata dai più piccoli! l'uomo di casa però non ha scuse ;-)
    non a tutti piace il dolciastro di zucca e patate americane, a me personalmente.. moltissimo! :)

  • Leave a Reply

    Ti piace questa ricetta?:  

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Send this to a friend